Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della L.62 del 7/03/2001.

giovedì 11 giugno 2009

La Camera approva in via definitiva il DDL sulle intercettazioni. Il regime si sta assestando.

(in aggiornameto)

video

Video pubblicato da regana81

318 favorevoli, 224 contrari, 1 astenuto ed ecco che il disegno di legge sulle intercettazioni viene approvato dalla Camera in via definitiva oggi alle 15. Sul progetto di legge ora è stata posta la fiducia da Governo. Questo significa che il Parlamento o approva la legge così com'è o il Governo si dimette. Quindi ad esempio, la maggioranza, se nutrisse qualche dubbio sul DDL e volesse emendare solo alcune sue parti, si troverebbe costretta a votare in ogni caso a suo favore. Pena la caduta del Governo, quindi anche la propria, e le elezioni anticipate con probabile vittoria di qualche partito all'opposizione.
All'interno delle 11 pagine, si parla di intercettazioni, stampa e diffusione dell'informazione sui processi in corso.

Innanzittutto, per poter compiere delle intercettazioni sono necessari "evidenti indizi di reato", dunque se una persona è sospettata di essere collusa con la mafia, ma se non ci sono indizi che lo dimostrino, non si può intercettare. Ma se già ci sono indizi, le intercettazioni perdono di valore, in quanto è già appurato che Tizio è colluso con la mafia, quindi al limite servono per confermarlo. Inoltre, se ad esempio, Caio è sospettato di spaccio di stupefacenti, ma non ci sono prove e quindi non si può intercettare, non si potrà mai scoprire se Caio è uno spacciatore per conto della mafia, o se ha 4 piantine di marijuana in giardino e la vende ai suoi amici.
Oppure, ad esempio si potrebbe scoprire l'esistenza di un appalto poco chiaro sulla gestione dei rifiuti in una qualche regione. Questo è un reato minore, ma intercettando le telefonate dei sospetti, magari, ad esempio sempre, si potrebbe scoprire che dietro una delle ditte coinvolte c'è la mafia. Se tutto rimane tale e quale, questo non accadrà mai.

O, se ad esempio, il presidente del consiglio utilizza un telefono intestato ad una sua guardia del corpo, che magari appartiene pure ai servizi segreti, per telefonare a ragazzine minorenni da invitare alle sue feste, o per chiedere a un direttore della tv pubblica pagata da noi, ad esempio sempre eh, di trovare un posto ad una velina che altrimenti andrà in giro a raccontare cose che non deve dire, un PM dovrà chiedere l'autorizzazione al presidente del consiglio entro 5 giorni per poter avere le intercettazioni, e la presidenza del Consiglio potrebbe decidere di apporre sulle utenze telefoniche il segreto di stato. Quindi il PM per indagare su qualcosa che riguarda, ribadisco il titolo d'esempio, il presidente del consiglio e servizi segreti, deve chiedere il permesso al presidente del consiglio, il quale è altamente probabile che non glielo conceda.
Ovviamente non sarà neppure possibile venire a conoscenza di conversazioni come questa.

Per quanto riguarda il passaggio successivo, ossia la divulgazione a mezzo stampa delle intercettazioni e dello stato delle indagini, così senza mezzi termini, carcere da uno a tre anni, per i giornalisti che pubblicano intercettazioni per le quali "sia stata ordinata la distruzione". Stessa sanzione è stabilita per la pubblicazione di intercettazioni riguardanti terzi estranei alle indagini e "irrilevanti".

Inoltre, all'interno di questo DDL c'è una parte che riguarda anche noi blogger. Il diritto di rettifica, si chiama. In pratica, se nei nostri blog, in cui ognuno ci pubblica quello che gli pare e piace dato che il suo, compare un post, e qualcuno vuole rettificare qualcosa, il proprietario del blog è obbligato, entro 48 ore, a pubblicare la rettifica in questione, pena una multa salatissima e la chiusura dell'account.

Qui il testo integrale del disegno di legge approvato che vi pregherei di leggere per intero. Se non altro per capire che questo ignobile gesto, non tutela la privacy dei normali cittadini, ma solo quella di chi, ha qualcosa da nascondere e ha il potere di continuare a nasconderlo, restando impunito e continuando a governare il Paese.

Di fronte a certe cose la mia ironia viene a mancare sul serio, è un triste giorno oggi per la giustizia, per l'informazione ma soprattutto per tutti noi.

Se il governo otterrà la fiducia, non potremo più essere informati sui processi fino al termine dell'udienza preliminare, sapremo che qualcuno ha compiuto un reato, ma non sapemo chi e cos'è successo. Gli inquirenti rischiano di lavorare a vuoto, perché nel caso in cui venga concessa l'autorizzazione a intercettare, questi lo potranno fare solo per 60 giorni, 30 + 15+ altri 15. Scaduto il termine chi c'è c'è...tutto finito...

Per quello che può valere, io ho firmato la petizione di repubblica contro questo abominio. Fatelo anche voi

bed

8 commenti:

  1. Scusate la mia ignoranza in materia... ma sento troppe volte che in Italia non esista libertà di informazione... ma scherziamo? già l'esistenza di un blog come questo(ne esistono migliaia simili), dove chiunque può scambiare le proprie opinioni è un chiaro esempio di libertà di informazione.. ne è un'esempio pure la trasmissione "AnnoZero" in onda su un canale PUBBLICO.. come ne è un esempio "Porta a Porta".. ne è un esempio Grillo che in parlamento definisce "psico-nano" il presidente del consiglio (che può piacere o meno ma è sempre il rappresentante della maggioranza del popolo) e non viene interrotto... forse non abbiamo bene in mente il concetto di "mancanza di informazione"... proviamo a chiedere ad un ragazzo delle Korea del Nord se in Italia esista o no informazione!! lui si che potrebbe fare un confronto!! secondo me è veramente un discorso ridicolo.. poi questa è comunque un opinione delle tante, non intendo offendere nessuno, anzi credo che lo scambio di opinioni civile si il miglior modo per capire e ragionare sui problemi invece che dare per buono quello che assimiliamo da giornali e tv!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Anonimo, grazie per il tuo intervento.
    Mi spiace, ma non sono d'accordo con te. La condizione della nostra informazione è facilmente intuibile innanzitutto ad un primo sguardo superficiale: in italia ci sono 7 canali, 3 sono privati e di proprietà di Berlusconi, 3 sono pubblici e di proprietà dello stato che in questo momento è rappresentato da Berlusconi. Dunque 6 su 7 sono controllate dalla stessa persona, giusto? E secondo te, che un'unica persona possegga 6 tv su 7 è libertà? Esempio: se il proprietario di 6 tv su 7 fosse, che so?, dico una cosa a caso MC Donald, e un giornalista scoprisse che i big mac sono cancerogeni, secondo te la notizia verrebbe diffusa? No, perché lederebbe il proprietario. Annozero che tu hai citato, è rimasto "chiuso" per 2 anni a causa dell'editto bulgaro, del famoso "uso criminoso del servizio pubblico", e ora va in onda solo perché un giudice ha stabilito che dev'essere così. e vespa, durante il processo per corruzione alla GF di Belusconi, parlava del delitto di cogne con la miniatura della stanza dove il bimbo è stato ucciso? Il fatto che in paesi come la korae esista la censura, non vedo cosa c'entri con la situazione in italia. Non è che, per esempio, in korea mettono in carcere i giornalisti, e qui (ancora) no significa che non ci dobbiamo lamentare.

    RispondiElimina
  3. Guarda il processo Mills, come te l'hanno raccontato? E che dell'utri è stato condannato per mafia te l'hanno raccontato? e che i soldi del cipe per la pescara-roma in abruzzo promessi in campagna elettorale non sono mai arrivati? O quelli per la sassari-olbia in sardegna? O ancora, che vizzini, della commissione antimafia è indagato per mafia? O dove sono finiti i terremotati che Berlusconi doveva ospitare nelle sue ville? E sto soprassedendo sui giornali perché le tv sono il media ad accesso più ampio. Ti potrei elencare altri fatti se li vuoi che sono stati taciuti o raccontati in modo improprio. come fai a sostenere che la libertà di informazione esiste?

    bed

    RispondiElimina
  4. La libertà d'informazione esiste e questo mini-bibattito ne è un puro esempio... non credo che qualcuno dopo che hai risposto ai miei commenti ti abbia censurato o puntato una pistola in testa!!! Questa è libertà di informazione... poi comunque ci tengo a puntualizzare che io non sono un grande fan di Berlusconi anche se tu imposti la conversazione in quel modo... perchè parliamo solo di lui e Dell'Utri?? a te come te l'hanno raccontata delle tangenti di Prodi? di Prodi che era il rappresentante italiano del KGB? di Prodi che sapeva dove era nascosto Aldo Moro e che si è inventato quella buffonata della seduta spiritica???? bisogna essere obiettivi nella vita... non andare a cercare soltanto i difetti di uno schieramento e chiudendosi gli occhi quando il proprio schieramento di appartenenza fa delle cose non proprio lecite!!

    RispondiElimina
  5. Io non ho pensato che tu fossi un fan di berlusconi, non era quello il discorso. Il punto è che è lui al potere ed è lui che controlla. E ci mancherebbe che mi censurino il MIO blog, io esprimo un'opinione e c'è una costituzione che me lo permette. Ma la rete è un ambiente diverso dalle tv e dalla carta stamapta, è ancora troppo elitario e la libertà qui per ora è pressoché totale. internet è di tutti, quindi di nessuno e nessuno per ora lo può controllare. Per quanto riguarda Prodi e le tangenti su Telekom serbia (sembra fossero una cosa falsa), la buffonata della seduta spiritica e i legami di Prodi col KGB, io certo che le so quelle cose, ma perché ho interesse a documentarmi. Ma la famosa casalinga di voghera cosa ne sa? Cosa le hanno raccontato in tv su prodi? Queste cose tu le sai perché le hai sentite al TG o perché ti sei documentato per i fatti tuoi? Quindi vedi? La libertà di informazione non esiste, perché i potenti possono nascondere le notizie che li ledono. Lo stai dicendo pure tu... E tanto per chiarire (il tono potrebbe sembrare acido ma non lo è, sul serio), dato che stiamo rivelando le nostre rispettive appartenenze politiche, ti assicuro che io non voto nè PD, nè IDV, e non chiudo gli occhi anzi...leggi il mio post sull'immunità parlamentre di Di Pietro ad esempio.

    bed

    RispondiElimina
  6. sono d'accordo con bed.
    il punto è che...su internet, sei tu che devi andarti a cercare le informazioni, in televisione te le servono! e nessun mezzo è capace, di far arrivare l'informazione a numero cosi ampio di persone quanto la televisione! per raggiungere il numero di utenti che raggiunge un servizio giornalistico in una sera, ci vogliono mesi e mesi di informazione su internet.
    Il secondo punto, è che, non molte persone hanno tempo di girare su internet a caccia di informazioni..un padre di famiglia, un anziano, una casalinga, si informa guardando la tv, non su internet..(al massimo sui giornali, che come sappiamo, sono molto condizionati da forti pressioni del governo) quindi vedono cio che berlusconi vuole che essi vedano! vogliamo parlare del servizio su studio aperto dove è stato detto (e non per errore) che berlusconi fu assolto nel processo mils?? (non riesco a mettere in link, cmq il video si trova su you tube facilmente)!! sai quante persone, hanno creduto che berlusconi è stato davvero assolto?? questa non è libertà di informazione...l'informazione, è diversa dalla discussione, che è cio che stiamo facendo noi adesso!
    e ti dico, che ho studiato la propaganda nei mass media, che la situazione di berlusconi è una situazione pericolosa per la democrazia e la liberta di stampa, in nessun paese democratico ed evoluto (quindi non puoi prendere in considerazione come termine di paragone la korea)esiste un soggetto politico che abbia il potere dei media e della stampa, e nello stesso tempo sia la piu alta carica dello stato! per no parlare dei conflitti di interessi e leggi ad personam..dai, non scherziamo, che la situazione è davvero grave! questa non è una valutazione faziosa, io ho una mia idea politica, che purtroppo non vedo rispecchiata da nessuna parte, perche la nostra politica manca di etica morale ( vogliamo considerare che i nostri politici fanno i perbenisti equiparando le varie droghe, e poi un servizio delle iene scopre che 1 su 3 si è fatto di cocaina?? andrebbero tutti cacciati questi soggetti, invece cosa succede? appare il GARANTE della privacy DEI POTENTI che censura tutto, e i giornalisti sono stati portati in tribunale) questa è la nostra democrazia!!!! tutti a casa devono andarsene, e portare al parlamento, persone PULITE!! perche è da queste persone che dovremmo essere rappresentati...non da politici corrotti, che anno processi di mafia alle spalle, in un paese dove è stato messo come dirigente in una banca nazionale, una persona che è stato gia condannato per bancarotta. ma ci rendiamo conto della gravita della situazione?? in un paese dove sento dire dalle persone, dalla gente comune: ''vabbe, se berlusconi è un ladro, ma fa qualcosa di utile, io lo voto'' meglio di uno con morale, ma che non ha esperienza!! come si fa, per principio, a votare un LADRO? una persona iscritta ad una loggia massonica con l'intento di svuotare la democrazia! come si fa? riflettiamo ragazzi! speriamo che prima o poi, con l'avvento delle nuove generazioni, le cose cambino. saluti

    RispondiElimina
  7. Grazie Anonimo2, non so chi sei, quindi ti catalogo così ;) Niente da aggiungere, mi trovi d'accordo con te. Solo una cosa vorrei chiarire: l'oggetto delle mie osservazioni è molto spesso Berlusconi perché in questo momento è lui al governo ed è lui che possiede tv, giornali e potere. Se domani dovesse salire al governo un altro, il mio comportamento sarebbe lo stesso, anche se fosse il segretario del mio schieramento politico di fiducia (sembra lo spot per una pomata contro le emorroidi!!)...anche se non avesse la tessera della p2...

    RispondiElimina
  8. io ho una mia idea politica che non si rifa in niente di tutto cio che vedo...per questo non penso che in caso di un'altra coalizione, la mia idea cambi..anch'io mi riferisco spesso a berlusconi, in quanto è un soggetto politico, unico al mondo occidentale, che sta cambiando spudoratamente le cose nella maniera piu comoda per lui. Poi, io studio comunicazione, come vengono fatte le pubblicità, le campagne elettorali, i comizi, e ti dico che tutti i trucchi che conosco, li rivedo utilizzati da berlusconi...quindi percepisco la falsita delle sue frasi...è un mix di cose, che purtroppo non posso fare a meno di notare!! e piu mi informo, e piu a mio malgrado, scopro che la situazione è molto peggiore di quella che percepiamo!! comunque...dibattiti del genere...sono pur sempre un qualcosa di utile nel loro piccolo...bisogna diffondere cio che sappiamo per informare...prima o poi...tutto verra a galla ragazzi.

    RispondiElimina